Mappi-amo la città

by

Si chiama Genova Mappe, è attivo da poco più di un mese e si presenta come un affascinante progetto web 2.0, per di più made in Genova. L’idea, recensita anche dal Corriere della Sera, è molto semplice: vedete qualcosa che non va in città? Avete qualche proposta che pensate possa essere valida ma temete di perderla nella giungla della burocrazia? Con Genova Mappe basta uno smartphone (o fotocamera + pc), si fotografa l’oggetto in questione, si compila un breve report, si geolocalizza sulla mappa e in poche “ditate” aggiungerete la vostra segnalazione a quelle degli altri utenti, creando una  mappatura sempre più completa delle criticità del territorio. Per una città di mugugnoni come Genova, praticamente un sogno!

CHI C’ È DIETRO
L’ideatore di Genova Mappe è Enrico Alletto,  un programmatore, ma soprattutto un cittadino in rete, che segue con molta attenzione tutto ciò che orbita attorno al web 2.0 attraverso il suo blog personale. Lanciato il progetto online ha subito trovato la convinta collaborazione di Mentelocale che si è fatta promotrice di Genova Mappe curando una rubrica apposita sul proprio portale. A breve partirà anche una collaborazione con il Politicometro che, dopo aver seguito da vicino le amministrative genovesi dichiarazione per dichiarazione, lancerà una nuova rubrica di inchieste partendo proprio dalle segnalazioni di Genova Mappe per portarle sui tavoli dell’amministrazione pubblica.

COME NASCE
Genova Mappe usa la piattaforma Ushahidi, un software free e open source nato in Kenya nel 2008 a seguito degli scontri post-elettorali. Il principio con cui è nato Ushahidi (che in Swahili significa “testimonianza”), è molto semplice, ovvero adoperare  crowdmap per raccogliere tutte le segnalazioni di violenze nel paese e aiutare a coordinare gli aiuti. Dal Kenya, Ushahidi è stato esportato ad Haiti per il terremoto del 2010, dove ha conosciuto la consacrazione per il significativo supporto che ha fornito nell’organizzazione dei soccorsi. Negli ultimi anni la piattaforma è stata miglorata e ampliata, rimanendo sempre open source, e recentemente, dopo esser stata presentata nel libro La scimmia che vinse il Pulitzer di Bruno e Mastrolonardo, è arrivata anche in Italia dove ha fatto la sua comparsa a fine 2011 con Emergenza Neve e Anpas (Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze). Genova Mappe, rispetto ai casi precedentemente illustrati ha la peculiarità di non essere nata per far fronte ad un’emergenza, ma per porsi come strumento di partecipazione online, la quintessenza del web 2.0.

COME FUNZIONA
Il punto di forza di Ushahidi, e quindi di Genova Mappe, è la versilità, che consente di operare in condizione logistiche di comunicazione diverse, adattandosi a utlizzi differenti. La funzione di base è rendere disponibili, anche in tempo reale, informazioni geolocalizzate relative a diverse categorie sulla mappa, permettendo di analizzare il flusso temporale degli avvenimenti attraverso una timeline. È possibile ricevere notifiche via mail sulle segnalazioni, scegliendo di seguire anche solo una categoria (ad esempio lo stato delle strade) e una sola zona (il quartiere di Castelletto).  Per quanto riguarda gli smartphone, Genova Mappe è facilmente utilizzabile scaricando gratuitamente la app di Ushahidi dall’Android Market o dall’App Store. Se invece si vogliono solamente seguire le segnalazioni, altri due mezzi utilizzabili sono i social network, con la pagina su Facebook e su Twitter (@GenovaMappe).

RISULTATI
Il tempo trascorso dal lancio di Genova Mappe è ancora troppo poco per poter fare un bilancio attendibile dei risultati raccolti. Merita però una menzione il fatto che, seppur in poco tempo, una segnalazione su un attraversamento pericoloso in zona Manin è arrivata lo scorso 19 giugno  sui banchi del Consiglio comunale di Genova. Che si stia muovendo qualcosa? L’importante – parafrasando De Coubertin – è…partecipare!

Matteo Agnoletto

 

Annunci

Tag: , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: