Eat your Kimchi

by

Il kimchi è un tipico piatto coreano composto da verdure fermentate e speziate; gli ingredienti principali sono cavolo cinese, peperoncino rosso, cipollotti, zenzero candito, aglio e sale. Ed è da questo piatto che prende il nome il video blog attraverso il quale due giovani canadesi (marito e moglie) raccontano le esperienze curiose e bizzarre della loro vita in Corea del Sud.

Il tutto era iniziato per gioco. Trasferitisi in Corea nel 2008 per insegnare inglese, Martina e Simon hanno subito iniziato a postare su YouTube i video della loro vita nel paese asiatico. Inizialmente si trattava di un semplice gioco dedicato ad amici e parenti in Canada, ma in seguito l’attività ha preso decisamente un’altra piega. Oggi la coppia ha più di 214.000 followers nel mondo e, oltre al blog principale, gestisce pagine di YouTube, Google+, Twitter, Facebook e Tumblr. L’argomento è però sempre quello dei primi video: ciò che Martina e Simon trovano divertente e curioso della vita coreana. Nel corso degli anni la coppia ha lasciato il lavoro di insegnamento per dedicarsi interamente all’attività sul web. Oggi Martina e Simon postano regolarmente video il lunedì, il mercoledì, il venerdì, il sabato e la domenica; a volte anche il martedì ed il giovedì. Si tratta di un impegno a tempo pieno, anche perché sono loro ad occuparsi di tutto: fare le riprese, montare il video ed caricarlo sul web.
I video vengono inoltre suddivisi secondo delle rubriche a tema:

  • Wank – Wonderful Adventure Now Korea.
  • Fapfap – Food Adventure Program For Awesome People.
  • Kpop Music Mondays.
  • Wtf – Wonderful treasure find (questa sezione ha però chiuso, l’ultimo video è del dicembre 2011).
  • K Crunch Indie.
  • TL; DR – Sezione dedicata alla domande poste dagli utenti.

Verso la fine del 2011 è però nata nella coppia la necessità di rendere l’attività meno precaria; anche perché ormai entrambi avevano abbandonato i rispettivi lavori. Così Martina e Simon hanno deciso di chiedere un visto business, trasferirsi a Seoul (sino ad allora avevano abitato nella vicina Bucheon) ed aprire uno studio di produzione vero e proprio. Ma si sono scontrati con la severità delle leggi coreane che pretendono garanzie economiche ingenti per gli stranieri che vogliono impiantare attività commerciali. Così tra visto business e permessi vari la coppia ha speso circa 100.000 dollari dando fondo ai propri risparmi. Simon e Martina hanno così deciso di chiedere aiuto ai fans per raccogliere il denaro necessario, circa 40.000 dollari, ad allestire un vero studio. La sottoscrizione, per la quale è stato aperto un apposito blog con tanto di video di richiesta di aiuto, viene così aperta il 7 settembre 2012 e chiusa 45 giorni dopo. A ciascun donatore, in ragione della propria generosità, è inoltre garantito un premio che va dal proprio nome pubblicato sul sito (tra i 5 ed i 25 dollari) a una cena con la coppia in Corea nei successivi 12 mesi (più di 1.000 dollari), passando per la realizzazione di un video dedicato o la spedizione di un pacchetto di prodotti di bellezza coreani. Martina e Simon speravano semplicemente di ricevere il denaro necessario per l’apertura dello studio, invece in sole 9 ore vengono raggiunti 45.000 dollari e, alla fine della raccolta, la coppia canadese ha potuto contare su un budget di 113.585 dollari!

Martina e Simon hanno così aperto un blog nel quale illustreranno tutte le fasi di costituzione del nuovo studio e renderanno conto di ogni spesa sostenuta. Gli obbiettivi sono chiari, avere un luogo dove poter (oltre a girare i video che attualmente vengono fatti in cucina) realizzare interviste ed assumere un video editor a tempo pieno. Attualmente difatti la maggior parte del tempo è dedicata all’editing; delegando tale lavoro la coppia potrebbe dedicarsi esclusivamente all’ideazione, alle riprese ed alla vita delle singole pagine web

Infine bisogna dire che solo ultimamente in Corea Martina e Simon iniziano ad essere conosciuti. Crescono specialmente i contatti con gli idols (gruppi di kpop il pop coreano – creati a tavolino per intercettare il gusto degli adolescenti) e col mondo che gira loro attorno. A tale mondo i due canadesi hanno dedicato un’intera rubrica di commenti ai gruppi, ai video, alle interviste ed all’inglese utilizzato nelle canzoni. Un inglese che è spesso corretto dal punto di vista della pronuncia e della sintassi, ma privo di senso logico. Questo perché a volte chi scrive i testi antepone la musicalità al senso. Sul tema sono stati addirittura invitati da Al Jazeera in un suo programma mattutino, sono stati ospiti al Kcon di San Francisco, al Talk to Me Korean Around the World in Messico Per quanto riguarda la Corea, infine, la coppia canadese è stata ospite della televisione anglofona pensata per gli emigrati all’estero Arirang e di alcuni show televisivi. Recentemente è stata loro dedicata una pagina di Wikipedia, il Wall Street Journal Asia ha parlato di loro ed il loro blog è stato inserito dal Korea Herald nella lista dei 21 siti più utili alla Nazione.

Martina e Simon stanno così facendosi finalmente conoscere anche nel Paese che da anni raccontano in Eat your Kimchi.

andrea scarel

Annunci

Tag: , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: