Il fenomeno WhatsApp e gli 0,89 cent della discordia

by

 

Iniziamo dicendo, per i pochi che non lo conoscono, cos’è WhatsApp e se per farlo ci affidiamo a Wikipedia leggeremo: WhatsApp è un’applicazione proprietaria di messaggistica istantanea per smartphone. Con questa applicazione si possono mandare messaggi gratuitamente a chiunque abbia uno smartphone.

Oltre a questo bisogna aggiungere che con questa applicazione si possono creare chat di gruppo, condividere file audio, video e foto, oltre che rivelare la propria posizione tramite Google Maps.

 

 

Image

 

Per capire quanto questa App sia diventata popolare basta dire che il 31 dicembre 2012 contava 18 miliardi di messaggi scambiati in tutto il mondo, precisamente, 11 miliardi in uscita e 7 in entrata.

Quindi moltissime persone utilizzano WhatsApp gratuitamente, dopo averlo scaricato, altrettanto gratuitamente, dai propri store, questo ad accezione degli utenti Apple; infatti per loro l’applicazione è costata, poco dopo la sua uscita, 0,89 cent.

Le cose sono cambiate però nell’ultimo anno, infatti già ad inizio 2012 inizia a circolare la voce che l’App sarebbe venuta a costare per tutti i famigerati 0,89 cent ed anzi per alcuni questo costo sarebbe divenuto annuale. Ovviamente la maggior parte degli utenti ha pensato ad un messaggio-bufala e invece tutti ci siamo ritrovati a pagare. Fregatura? Sembra proprio di no.

Al di là del costo esiguo per l’applicazione, se pensiamo a quante possibilità abbiamo utilizzando WhatsApp, gli 0,89 cent sono un prezzo più che accettabile anche se dovessero essere spesi annualmente. Oltre a questo però c’è dell’altro, infatti se andiamo a leggere sulla pagina download dell’App, (www.whatsapp.com) c’è scritto che “la versione Android costa 99cent di dollaro dopo il primo anno che è gratuito”.

Image

 

A creare confusione è stato lo store di Google che segnalava l’applicazione come gratuita.

Ad ogni modo, come accennavo in precedenza, non penso che questi 0,89 cent faranno la differenza, WhatsApp resta comunque una buona applicazione e trovo quasi esagerato fare polemica su un costo così esiguo per uno strumento che permette così tanto.

ELEONORA SAURO

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: