Yahoo! come il Psg: scatenato sul “mercato”

by

L’estate è solitamente dominata dalle notizie di tipo sportivo, specie dal cosiddetto calciomercato, ossia gli acquisti e le cessioni di giocatori da parte delle varie società. Pare che Yahoo! si sia dato a una specie di “socialmercato” o “webmercato” a volerlo etichettare in qualche modo. La notizia è ormai uscita su tutti i blog e le riviste specializzate, ma non solo perché anche quotidiani come  “Il Secolo XIX” e “La Stampa” hanno riportato la news. La società di Sunnyvale è di certo tra le più attive del “mercato estivo” delle app e nell’acquisizione di social. Oltre al (non trascurabile) rilancio di Flickr , l’ultima notizia riguarda l’acquisizione di Qwiki, un’applicazione per smartphone che consente di convertire musica, immagini e videoclip in un mini film. L’operazione dovrebbe avere un costo di circa 50 milioni di dollari, che si aggiungono ai circa 1,1 miliardi spesi nello scorso maggio per l’acquisto del sito di micro blogging Tumblr. Ma la campagna acquisti di Yahoo! non finisce qui perché pare sia già stata fatta un’offerta per Hulu, sempre lo scorso maggio. Hulu è un sito di video streaming a pagamento di proprietà di colossi come la Walt Disney, Nbc Universal e la News Corp di Rupert Murdoch. Secondo le stime, l’offerta sarebbe stata compresa tra i 600 e gli 800 milioni di dollari, ma per ora tutto ancora è fermo. Lungi dallo scoraggiarsi la società di Sunnyvale, secondo il sito americano AllThingsD, sarebbe sulle tracce dell’app Xobni (Inbox al contrario). L’applicazione crea una rubrica di contatti in base alle proprie e-mail e ai contatti nei social network. Yahoo! sarebbe pronta a sborsare per essa tra i 30 e i 40 milioni di dollari.

C’è da registrare anche il cosiddetto “mercato in uscita”, ossia la chiusura di alcuni servizi, diventati obsoleti, troppo dispendiosi o semplicemente non concorrenziali sull’agguerrito campo del web. Tra questi citiamo AltaVista il motore di ricerca fondato nel 1995 dal trio Paul Flaherty, Louis Monier e Briton Micheal Burrows non può più sostenere l’impari lotta con Google e con altri motori di ricerca troppo forti. Più di 15 anni di onorata carriera che iniziò sbaragliando la concorrenza di Lycos ed Excite portando nelle casse di Yahoo! milioni di dollari. Insieme ad AltaVista ecco gli altri “giocatori prossimi al ritiro” di Yahoo!: Yahoo! Axis, Yahoo! Browser Plus, Citizen Sports, Yahoo! WebPlayer, FoxyTunes, Yahoo! RSS Alerts, Yahoo! Neighbors Beta, Yahoo! Stars India, Yahoo! Downloads Beta, Yahoo! Local API e Yahoo! Term Extraction API.

D’altronde bisogna fare cassa per comprare i giovani campioni…parola di Adriano Galliani ah no di Marissa Mayer a.d. di Yahoo!

Diego Cambiaso

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: