Il futuro? È già qua!

by

Quando nel 1998 Google venne creato da Larry Page e Sergey Brin nessuno avrebbe potuto ipotizzare le imminenti trasformazioni che tale sito avrebbe provocato nel mondo. Oggi Google, divenuto ormai un colosso del virtuale dopo il sorpasso nel 2012 della quotazione in borsa della Microsoft, riesce ad influenzare anche il mondo reale.
L’azienda con sede a Mountain View prova a dare da alcuni anni un sua visione di quello che dovrebbe essere il futuro. Si spazia da progetti avveniristici che scadono nell’utopico quale un ascensore spaziale fino a innovazioni tecnologiche nel campo della domotica (la scienza che si occupa di integrare le applicazioni elettroniche nell’organizzazione della vita domestica). Secondo Google è quello il futuro: domani tramite smartphone riusciremo ad interagire con tutti gli dispositivi presenti nella nostra vita, sino ad ipotizzare di poter tornare a casa dal lavoro trovando la temperatura preferita e un bagno caldo già pronto ad attenderci.
Un futuro a cui non siamo ancora arrivati e che però lungo la sua strada promette dei traguardi che il genere umano ha sempre immaginato come dei punti di arrivo. Quasi delle chimere, come la pietra filosofale degli alchimisti medievali, calate nel terzo millennio. In particolare vi è una tappa di questo cammino che davvero sembra essere uscita da un film fantascientifico e che Google ha inserito dal 2005 nel suo inventario di desideri: la driverless Car.

La speranza iniziale era che tra circa 3 anni iniziasse la loro commercializzazione e che tra 20 anni divenisse un bene di consumo. Ma, a riprova della capacità dell’azienda di influenzare i mercati e di plasmare il mondo secondo la sua volontà, il mercato segue le sue linee guida. Solo così si spiega il fatto che la Volvo abbia pensato di far interagire la sua XC90 con un semplice smartphone, inventando un applicazione per il parcheggio che ci porta direttamente in quel futuro immaginato da Google.

Attraverso un programma chiamato Autonomous parking il guidatore alle prese con il parcheggio potrà guadagnare tempo ed evitarsi inutile stress stando in coda. Basta pensare a quante volte nell’arco della propria vita si è in ritardo per capire l’estrema utilità di tale dispositivo. Il programma è anche estremamente facile da usare per il conducente: prevede una zona di partenza in cui scendere dall’auto ed azionare l’applicazione dal cellulare. L’auto sarà dotata di mappe dei posteggi e dei garage nelle vicinanze; una volta terminati gli impegni basterà tornare nella zona di partenza e richiamare l’auto sempre tramite smartphone.
Ovviamente facile nell’uso, ma non nella progettazione: i tecnici hanno dovuto implementare la tecnologia dei sensori del parcheggio facilitato automatizzandola del tutto con l’aiuto di un navigatore satellitare. Inoltre i garage devono comunicare con l’auto per segnalarle il posteggio libero dove parcheggiare. A queste difficoltà se ne aggiungono altre, da quelle più semplici come ad esempio il pagamento del posteggio, fino a problemi più complessi come quello della frenatura autonoma in caso di pedoni su strisce pedonali.
Questioni che avranno ampie ricadute: si può già immaginare una battaglia fra posizioni opposte al pari di quelle che si hanno con la bioetica. Infatti c’è già chi pone l’accento sulla sicurezza stradale se le auto saranno automatiche (azzerando quindi l’errore umano) e su chi è più scettico e teme l’idea di attraversare una strada percorsa da auto automatizzate.
Infatti su questa materia la legge sta restando indietro: solo nello stato del Nevada negli Stati Uniti è stato approvato un disegno di legge che concede licenze per la sperimentazione di veicoli autonomi. Ed ovviamente perché quello è lo stato che l’azienda di Mountain View ha scelto per fare attività di lobby.

Marzio Balzarini

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: